Coliandro’s Factory

_MG_0580

 

Avete presente quei luoghi dove da sempre sai di non doverci andare? Quei luoghi dove leggi di continuo brutte cose? fanno retate? droga?….ecco a Bologna questo posto ha un nome che per il momento non vi svelo. Mi sono lasciato convincere ad andarci perchè il comune ha in mente di radere tutto al suolo per fare un superpolo tecnonogico, quelle dove le menti si scontrano e partoriscono idee geniali, di quelle che ti rivoluzionano il mondo e per cominciare….il cantiere è fermo da mesi, gli operai spariti e i mezzi d’opera vaporizzati solo macerie nella parte antistante la fabbrica. Almeno da articoli sul giornale dovrebbe essere stato del tutto sgomberato da cattivi individui. Ho appurato che non è del tutto vero ma nulla di grave.

Vi lascio alla gallery.

Perchè Coliandro’s Factory???? Semplicemente perchè al suo interno sono state girate svariate scene di un’episodio dell’ ispettore Coliandro, quindi se volete le coordinate vi guardate la puntata qui.

 

 

Gocce RGB

_MG_0110

Vista la serata in associazione, prove di emozioni, vinta per la prima volta dal medesimo e viste le innumerevoli domande su come ho realizzato lo scatto ho pubblicato la galleria completa e una miniguida sulla composizione del set. In quest’ultimo le foto le ho pescate dalla rete in quanto non avevo documentato nulla.

gallery

miniguida

Aggiunta sezione video

Ho preparato questi tre audiovisivi cercando di mostrarvi, tramite immagini, i luoghi che ho visitato.

Il primo audiovisivo è il racconto dei primi luoghi che ho visitato, in primis la exfunivia di San Luca. Sito storico Bolognese il cui abbandono ha origine il 7 Novembre 1976 con la chiusura definitiva; varie associazioni hanno vanamente provato il recupero, il colpo di grazia è avvenuto agli inizi del secondo millennio quando la stazione di partenza è stata trasformata in abitazione residenziale.

Con gli altri due audiovisivi ho cercato di accompagnarvi per altri luoghi abbandonati. Nel secondo trovere luoghi maggiormente ad uso civile mentre nel terzo ad uso industriale.

Non mi resta che augurarvi buona visione

Grand Hotel Terme Titanic

 

_MG_6197

Ci sono pochi posti che fin’ora mi hanno colpito come questo. La trasposizione alla celebre nave che con i suoi fasti, la sua magnificenza,la sua stazza, i suoi personaggi celebri sembrava del tutto inaffondabile. Quando arrivi davanti all’ingresso realizzi di avere di fronte a te una struttura colossale, con una miriade di finestre che ti guardano vitree. Nel ventre della sua pancia i corridoi, come budelli, ti portano a stanze arredate di tutto punto  con mobilio anni ’70.

_MG_6218

Gli ambulatori, alcuni ancora intatti, ti ricordano che era un posto nato per curare le persone ancor prima di farle divertire. La parte termale mi rimanda un po’ al purgatorio, ove raccontano che ti cureranno senza mai riuscirci del tutto.

Il dedalo di scale e corridoi ci fa scoprire anche quello che è rimasto delle officine tali e quali a quelle del minuto mantenimento della caserme. Ma è il salone da pranzo che più mi colpisce; tavoli, seggiole, oliere tutto li come affondato nel tempo, come il Titanic in fondo al mare…

_MG_6199

…gallery…

 

« Older Entries