Bologna – Firenze Day One

Firenze stiamo arrivando

Ecconci finalmente arrivati al fatidico giorno, partiti di buon’ ora ci siamo recati diretti al parco Talon, detto anche parco della Chiusa, con una passeggiata allegra e un’ aria scherzosa.

Dopo circa 4 km fra asfalto e radure  iniziamo il vero sentiero nel bosco e gli zaini iniziano a reclamare il loro peso.  

Passo dopo passo la fatica e la determinazione aumentano. La prima tappa sarà nostra!!!! Le sorprese lungo il tragitto non mancano, dagli insetti ai ruderi incontriamo un po’ di tutto.

A pochi chilometri dall’ arrivo la fatica è tanta ma dopo averne percorsi 21 ci può stare un po’ di tutto.

Dopo essere arrivati al B&B Nova Arbora la titolare ci consegna la nostra camera, graziosa nel complesso ma con l’ unico difetto del bagno condiviso. Quest’ ultimo sembra un gran handicap ma dopo un giorno così molte cose perdono importanza. Infine a cena presso l’ antica osteria di Badolo dalla quale possiamo godere di un’ ottimo panorama.

…ora a nanna che domani è un’ altro giorno di lotta…

P.s. oltre la fontana a parco Talon i punti acqua trovati sono: il 1° dopo 1km circa l’ oasi di San Gherardo si arriva ad un gruppo di case dove, sulla destra, c’è uno spiazzo ombreggiato per svaccarsi. Li vicino trovate un capanno di ferro, aggiratelo e troverete un prato con un pozzo; sul pozzo ci sono dei rubinetti colmi d’ acqua. Il 2° è presso l’ agriturismo Prati di Mugnano.

Ciao e buona notte.

Bologna-Firenze ferie 2017… Step by step (davvero)

…..bene bene bene….. Come trascorrere queste ferie agostine che si stanno avvicinando?? Le ipotesi che abbiamo vagliato erano diverse, dalla lontana Praga al mare nostrum,dall’ esplorare l’ Olanda in bicicletta  al cercare piscine per tutta la assolata landa emiliano-romagnola. Senza saperlo stava germogliando in noi una “divina” idea…. ma se andassimo a visitare Firenze come i nostri avi?? Da li è partita una ricerca prima sul web e poi su carta per la rinomata “Via degli Dei”. Si…. avete capito bene, andremo a piedi a Firenze attraversando l’ appennino toscoemiliano assieme alla nostra bimba di 10 anni. Da oggi mancano 7 giorni esatti alla partenza. Il primo step l’ attrezzatura mancante, tenda, sacco a pelo, materassino ecc ecc.

Dead factory – La fabbrica della bellezza

…..dopo tanto tempo torno a pubblicare qualche foto delle mie spedizioni ma stavolta ne sono uscito stravolto nel cuore….

Partiamo col raccontare che questa azienda produce apparecchiature abbronzanti e prodotti cosmetici di alta qualità e che sono impegnati in Brasile in un progetto nato per costruire strumenti e luoghi capaci di ridare al popolo sudamericano nuove speranze e possibiltà di crescita (preso dal loro sito).

Fin qui tutto bello, sito bello, prodotto bello, gente bella ma poi ti capita di infilarti “per caso” dentro un loro stabilimento completamente abbandonato…forse dove loro sono nati a discapito di altre vite.

inizialmente sembra un posto come tanti altri…pallosamente vuoto

giro per i vari piani dello stabile e vedo comparire i primi laboratori, si inizia a delineare qualcosa anche se non del tutto chiaro.

alcuni alambicchi strani

e macchinari dall’ ignoto utilizzo (almeno per me)

e una macchina vista solo nei fumetti…. la telescrivente

continuo per il mio girovagare e arrivo in una sala speciale

immediatamente penso “VAI FIGHISSIMO”, ma qualcosa che non mi torna affatto………. come mai un tavolo operatorio così piccolo???? BOH?!?!?!?!?!?!?

Da li parte la mia discesa negli inferi e il benvenuto me lo da un macabro pennuto

Da qui in poi inizio a capire quale prezzo ha la “BELLEZZA” umana in termini di vite esaminate

Centinaia di ratti tenuti in gabbiette in attesa di essere vedere quanto sono belli DENTRO

Biberon per sfamare cuccioli di cane intrappolati in gabbie anguste

 

Io me li vedo li dentro…in attesa di un amico che li venga a salvare guaendo per l’ultima volta….

CAZZO IO SONO IL MIGLIOR AMICO DELL’ UOMO……….

…e invece non arriverà nessuno solo la morte…

 

 

” Silenzi ” la prima mostra collettiva di fotografi UrBex tutti Bolognesi

locandina

Vorrei segnalarvi, con mio immenso piacere, che dal 8 Ottobre fino a fine mese avrà luogo a Padova presso la Locanda Peccatorum, via San Martino e Solferino 28, la mostra ” SILENZI ” curata e realizzata dal gruppo fotografico bolognese LOST PHOTO.

Nella sola giornata di Sabato 8 Ottobre dalle 15:00 alle 21:00 una parte della mostra sarà esposta al pubblico presso lo slargo San Martino e Solferino che dista pochi passi dalla Locanda Peccatorum, dove accompagneremo le nostre opere per tutto il pomeriggio. Potrete passare anche solo per un semplice saluto, sarete i benvenuti.

Vi aspettiamo numerosi.

Gli autori delle foto: Leonardo Bertinelli, Patrizia Neri, Silvia Morigi, Simone Nanetti

Coliandro’s Factory

 

Avete presente quei luoghi dove da sempre sai di non doverci andare? Quei luoghi dove leggi di continuo brutte cose? fanno retate? droga?….ecco a Bologna questo posto ha un nome che per il momento non vi svelo. Mi sono lasciato convincere ad andarci perchè il comune ha in mente di radere tutto al suolo per fare un superpolo tecnonogico, quelle dove le menti si scontrano e partoriscono idee geniali, di quelle che ti rivoluzionano il mondo e per cominciare….il cantiere è fermo da mesi, gli operai spariti e i mezzi d’opera vaporizzati solo macerie nella parte antistante la fabbrica. Almeno da articoli sul giornale dovrebbe essere stato del tutto sgomberato da cattivi individui. Ho appurato che non è del tutto vero ma nulla di grave.

Vi lascio alla gallery.

Perchè Coliandro’s Factory???? Semplicemente perchè al suo interno sono state girate svariate scene di un’episodio dell’ ispettore Coliandro, quindi se volete le coordinate vi guardate la puntata qui.

 

 

« Older Entries Recent Entries »